Tecniche di pittura per interni

Tra un rullo e un pennello: tecniche di pittura per interni

Sapete quali tipi di tecniche di pittura per interni esistono e quale tipo di pittura sarebbe conveniente utilizzare per tinteggiare, al meglio, la vostra casa? In linea di massima considerate che i prodotti traspiranti rallentano la formazione di muffe, e che se ci si trova in un ambiente molto "vissuto" (tipo cucina), o se si fuma (molto male), o si hanno dei bimbi (molto bene il fatto che abbiate dei pargoli, un po' meno che vi pasticcino i muri) è utile scegliere una pittura lavabile.

Parliamo pure del colore e della sua percezione, perché è bene ribadire che se avete un corridoio piccolissimo (giusto per dirne una) vi conviene dipingerlo con una tonalità molto chiara, piuttosto che con un blu notte (altrimenti vi crederanno dei minatori in una grotta!). Ed eccoci al nocciolo della questione: che tecnica di pittura per interni volete da questa imbiancatura? Proviamo a capirci qualcosa (fermo restando che io continuo col mio intento di chiamare un imbianchino!). Pensato alla spugnatura? (ecco un video che illustra la tecnica) Consiste nel tamponare la parete con una spugna imbevuta nella tinta (l'effetto dipende dalla pressione esercitata). Vi piace l'idea? Allora potrebbe andarvi bene pur la conciatura, che prevede l'uso di stracci in luogo della spugna (una volta passata una mano di pittura, si tracciano dei motivi prima che asciughi). E se invece avete steso la base il giorno prima? Niente paura, ricorrerete alla velatura, per cui, armati di pennello (o pennellessa, panni o tessuti), stenderete una seconda mano di vernice, ottenendo una trama più o meno leggera a seconda dello strumento usato (e da quanto volete concludere questa imbiancatura!). Ora però che non vi prenda la sindrome di Giotto! Cercate di evitare il patinato, che gioca sul contrasto dato da due strati diversi di colore (un fondo chiaro e uno strato superiore più scuro): credetemi, è difficile!

Meglio optare per i rulli (avete presente i muri a buccia d'arancia? bene: per ottenerli non dovrete andare in frutteria, ma piuttosto munirvi di un rullo rugoso). Con lo stesso strumento, però, si realizzano pure stampe: metodo rapido e semplice (come anche gli stencil) con cui ravvivare le pareti.

Ecco, se per tutto il resto mi rivolgerei ad una ditta di imbiancature per interni, forse per questo tocco "artistico" proverei a far da me!!!

Pina Russo

Stucco veneziano milano

La tecnica dello stucco veneziano

tecniche decorative per interni

Home tecniche decorative