Come imbiancare casa

Come imbiancare casa ... se proprio insistete!

Si fa presto a dire "imbianchiamo", ma voi lo sapete come imbiancare casa? Date retta a me: che siate di Milano, Roma, o Napoli, l'imbianchino è quello che vi ci vuole, perché non immaginate quello che vi aspetta! Ecco un video che vi spiega tutti i passaggi: come imbiancare casa Video.

Ma se proprio il fai-da-te è una filosofia di vita, e tinteggiare casa vi fa sentire un Giotto o un Picasso, adottate almeno qualche accorgimento. Innanzitutto, predisponete il necessario: teli in plastica o vecchie lenzuola, giornali, nastro adesivo di carta, carta vetrata, stucco, spatola, pennello tondo, pennellessa dritta (o rullo con apposita vaschetta e griglia).

Vi siete già stancati? Fatela fare ad altri l'imbiancatura, ascoltatemi! Ancora non siete soddisfatti? E allora proseguiamo preparando le pareti (certo: pensavate che polvere, ragnatele e fumo potessero restare sui muri? No signori!). E quindi giù a pulire, livellare crepe, buchi e spaccature con carta vetrata e stucco (magari quello già pronto in ferramenta: lo stendete con la spatola, ma lo fate asciugare a sufficienza, sennò guai), e (non dimenticate) l'antimuffa.

Stanchi? No? Continuiamo. Coprite tutto: mobili, pavimenti, interruttori, prese, battiscopa, telai e maniglie (e non scordate le tende). E quello che nessuno dice: i vostri capelli! Fatto questo, continuiamo la preparazione per dipingere casa diluendo la pittura (mescolate bene, altrimenti il colore non risulterà omogeneo) e cominciate dallo sgabuzzino o dal bagno di servizio (insomma, da un posto che se fate un casotto rimane nascosto!).

Esistono ovviamente delle regole su come imbiancare la casa, non potete pensare di fare di testa vostra, perché se vi sentite Giotto non è detto che poi lo siate: partite sempre dal soffitto, usando la pennellessa o il rullo (strizzato, altrimenti rischiate la doccia di vernice, che è vero che siete coperti, ma è meglio evitare!) e il pennello per le parti che richiedono maggior precisione (profili e angoli). Stanchi? Fatti vostri (vi avevo detto di chiamare l'imbianchino!☺): bisogna dare una seconda mano (in caso di cambio colore anche la terza, e la quarta, e non si sa quante altre)... e non lo si può manco fare subito, perché la prima deve asciugare. Ovviamente, laddove abbiate sbavato, via le imprecisioni e le gocce di vernice con carta vetrata o solvente (a seconda della superficie).

Sappiate però che abbiamo tralasciato la questione della tonalità da scegliere (la percezione del colore), o dei tocchi creativi che potreste applicare (come gli stencil per pareti), né della vernice da utilizzare (traspirante, lavabile, smacchiabile) o dell'effetto che desiderate ottenere (tecniche di pittura per interni).

Ovviamente ognuno è libero di fare ciò che vuole, e se tinteggiare casa è la vostra passione nessuno ve la contesta, ma io vado online e mi cerco un imbianchino a Milano per un preventivo.

Pina Russo

Imbianchino Milano

Home imbiancatura Milano

Imbiancare casa

Home come tinteggiare casa